• +39 333 6152300
  • info@mirafincalcioa5.com

DJELVEH: SONO UN EX, MA SABATO VOGLIO VINCERE

DJELVEH: SONO UN EX, MA SABATO VOGLIO VINCERE

Il calcettista carica così la squadra di Salustri: “Il gruppo c’è e noi, con umiltà e consapevolezza della nostra forza, affronteremo ogni partita con l’obiettivo di vincere, anche contro squadre che sulla carta sono più attrezzate”

E’ una Mirafin incerottata quella che affronta nuovamente il Ciampino, stavolta per la seconda giornata di campionato. Fuori uso Piccirilli (squalificato), mister Salustri rischia di non avere nemmeno Moreira (già out contro il Lido di Ostia) e Gioia, infortunatosi proprio sabato scorso al debutto. E sui pometini aleggia ancora lo spettro del beffardo ko di coppa. Ma dalla squadra è attesa una reazione, e Darjus Djelveh tira fuori il petto, partendo dall’analisi del ko casalingo dell’esordio.
”Sicuramente ci aspettavamo tutti una partita difficile contro una squadra attrezzata come il Lido di Ostia. La mancanza di Moreira e Pinto, e con Gioia a mezzo servizio per un dolore alla schiena l’ha resa ancora più complicata. Credo che alla fine il risultato sia stato giusto. Ma conosco i miei compagni, sono sicuro che la reazione ci sarà con il Ciampino”.

Una partita attesa da Djelveh, ex di turno come lo sarà, sul fronte opposto, Vinicius Bacaro.
”Per me sarà emozionante rivedere alcuni ex compagni e la dirigenza del Ciampino, ma darò tutto per vincere la partita”.

– Aspettative per il campionato?
”Posso dire che, anche se siamo una neo-promossa, ci sono giocatori che hanno già calcato questa categoria ma anche molti giovani di qualità: il gruppo c’è e noi, con umiltà e consapevolezza della nostra forza, affronteremo ogni partita con l’obiettivo di vincere, anche contro squadre che sulla carta sono più attrezzate”.

FONTE CALCIO A 5 ANTEPRIMA

 

Pietro Calcio

Leave a Comment