• +39 333 6152300
  • info@mirafincalcioa5.com

Daily Archives:11/11/2018

MIRAFIN CORSARA A PRATO

La Mirafin si presentava a Prato da cenerentola visto il blasone dei padroni di casa, più volte campioni d’Italia ad inizio del millennio e con un palmares di tutto rispetto. Ma i valori in campo però hanno evidenziato la supremazia della Mirafin specie nella ripresa.

LA PARTITA – Un primo tempo terminato a reti inviolate, ma la squadra di Salustri avrebbe meritato il vantaggio, lasciando il al Prato solo conclusioni dalla distanza ed una pregevole azione corale finita sul palo. Nella ripresa la Mirafin alzava i ritmi facendo correre di più gli avversari ed Emer dopo due minuti porta in vantaggio i suoi. Le occasioni per il raddoppio non mancano, Rengifo per due volte va vicino alla marcatura, prima colpendo con un missile la traversa e, successivamente, portandosi a tu per tu con Massafra che è bravo a chiudere lo specchio della porta. Si percepisce che il gol sia è maturo, ed è Rengifo che al 9’porge la sfera a Pinto per il 2-0. Il Prato si riversa nella metà campo rossoblu ma è la Mirafin che approfitta del momento. I padroni di casa negli ultimi sei minuti giocano con il portiere di movimento ma Nuninho non si fa pregare per mettere a segno il 3-0 e il 4-0 in rapida successione . Con il risultato ormai in cassaforte c’e’ gloria anche per Mazzuca che dalla propria area di rigore calcia verso la porta avversaria depositando il pallone in fondo al sacco per il 5-0 finale.

MIRRA – Armando Mirra: “Con i ritmi bassi nel primo tempo abbiamo fatto il loro gioco anche se meritavamo il vantaggio, nella ripresa la squadra ha prevalso grazie anche alla maggiore tecnica una volta alzato il ritmo gara, Gioia? Anche se ancora al 50% ci ha dato una grossa mano”.

Ufficio Stampa Mirafin