• +39 333 6152300
  • info@mirafincalcioa5.com

PER LA MIRAFIN VINCERE E’ UN MIRAGGIO

PER LA MIRAFIN VINCERE E’ UN MIRAGGIO

La Mirafin non sa più vincere, nelle ultime cinque gare tre pareggi e due sconfitte. La settimana di riflessione invocata da De Cicco in una intervista recentemente rilasciata ad Anteprimacalcioa5 non ha prodotto il risultato sperato: quello di conquistare i tre punti. Rispetto alla gara di sette giorni prima si sono visti dei miglioramenti,  la squadra di Salustri ha creato tanto ma concretizzato poco le occasioni da rete che sono state tante. Ne citiamo alcune per dovere di cronaca cominciando dalla rete iniziale di Rengifo al 1’29” su azione personale, il pivot rossoblu è abile nel girarsi ed insaccare alle spalle di Tomaino. La Mirafin spreca tanto, Gioia calcia da buona posizione ma il portiere riesce a salvare, Emer in diagonale manda di pochi centimetri a lato, Rengifo su assist di Emer non riesce a trovare la rete spedendo sopra la traversa una facile occasione. Nel secondo tempo al 4’21” arriva il pari di Fantini su una disattenzione della difesa, ma prima era stato ancora Rengifo a divorarsi il raddoppio non inquadrando la porta da posizione favorevole, cosi anche Nuninho iscrive nel tabellino delle occasioni perse mandando di poco a lato. Però il gol è nell’aria, fantastica l’azione che porta in vantaggio la Mirafin, la costruisce Emer con una ripartenza sull’out di sinistra che in velocità brucia il diretto marcatore e serve un pallone teso rasoterra in mezzo all’area dove Moreira calcia di prima intenzione per il meritato 2-1. E’ il momento di mettere la freccia, ma gli uomini rossoblu ancora una volta mancano di precisione sotto porta e non riescono a mettere il risultato al sicuro. Mister Pozzi gioca la carta portiere di movimento e viene premiato a un minuto dal termine con Signori che scaglia un tiro dove Mazzuca nulla può fare. Gioia a fine gara: se si sbagliano troppi gol tenendo il risultato in bilico alla lunga gli errori si pagano a caro prezzo.

Ufficio Stampa Mirafin

Pietro Calcio

Leave a Comment